Mano nella mano – 2014

Mano nella mano

(Musica: S. Cammariere – Parole: R. Kunstler)

Proprio lì dove un giorno il mio cuore esiliato tornò
Dopo aver provato dentro me ogni malinconia
Seguo il mio cammino ed ancora non so
Che sarà di me, di te, di tutti noi nel tempo

Proprio lì me ne andrò dove il cielo ha colori d’estate
Dove il sole asciuga i miei vestiti e le tue labbra
Come luci accese di notte le mie sigarette
Che bruciano l’anima

Ed ora lo sai vengo a prenderti
perché non voglio più stare senza di te

E allora vedi amore io troverò il coraggio
Di prenderti la mano e continuare ancora
Su questa strada dove l’amore
Senza rumore ci troverà

E cerchi di spiegarlo ma non servirà
Quello che hai dato un giorno indietro tornerà
E quando arriverà io lo saprò
Milioni di sogni sospesi nel vento
Forse con te liberarli potrò

Cerco di capire, ma ancora non so che farò
Che sarà di me, di te, di tutti noi, ci sarà un perché?

Proprio lì me ne andrò dove tutto è già scritto da sempre
Partiremo mano nella mano per un sogno ancor più grande
Noi che siamo solo un’istante d’amore infinito
Nel vento che si agita

Ma se le mie parole non bastano
Se le cose che ora sento sono vere anche per te

E allora vedi amore io troverò il coraggio
E mano nella mano ci proveremo ancora
Su questa strada dove l’amore
Senza parole ci troverà
E mano nella mano senza parlare
Finchè l’amore ci troverà

Lyrics

1. Mano nella mano
 

L'amore trovato

(Musica: S. Cammariere – Parole: R. Kunstler)

Mi manca qualcosa non so dir’ di più
mi manca qualcosa forse sei tu
mi manca qualcosa, ma non so cos’è
certo non credo dipenda da te

mi manca una linea di collegamento
manca l’azzurro del mare ed il vento
mi mancano i giorni di luce e di fiori
le stelle cadute dal cielo per noi

mi mancano i passi seguiti da ombre
la notte e il silenzio che avvolge e confonde
le cose presenti e le cose passate
mi manca il profumo delle tue risate

le frasi non dette le cose inaudite
mi manca il sapore di storie proibite
guardando la porta tra il cielo e l’inferno
mi manca l’estate e mi manca l’inverno

però a questo punto va bene così
qualcosa mi manca se tu non sei qui
ma un giorno cambierà e nel tuo cuore allora tu saprai
di questo strano bisogno d’amore che non ti ho dato mai

mi manca il cancello e dove aspettare
lasciando i miei stanchi tamburi suonare
mi manca la frase che disse il profeta
cammino e la cerco, ma senza una méta

vorrei farne a meno vorrei farne senza
ma come fermare qualcosa che avanza
qualcosa che ancora non so definire
mi manca dormire la notte con te

ma tutto è già scritto in un battito d’ali
la forza e il fragore dei tuoi temporali
lontano da tutto perfino dai sensi
da certi momenti in cui ci ripensi
lasciando una strana fessura da dove
l’abisso già inghiotte i raggi del sole
i raggi del sole, del sole più nero
che illumina gli angoli del tuo pensiero

non c’è matematica non è un’equazione
tu sola l’incognita di questa espressione
la Y la X un solo risultato troverai
e sarà ancora questa voglia d’amore che non ti ho dato mai

mi manca il coraggio per dirti che amore
è solo una stanza in un mondo che piove
una stanza in cui tu mi hai detto di entrare
quel giorno che ancora non c’era una

chiave ed ora che tutto è serrato dal tempo
mi manca quel bacio rubato dal vento
mi manca il confine tra il sogno ed il vero
qualcosa mi sfugge di questo mistero
sapere che niente sarà ripagato
l’amore già perso l’amore trovato

Lyrics

2. L'amore trovato
 

Ed ora

(Musica: S. Cammariere – Parole R. Kunstler)

Anni come stagioni e giorni,
partenze e poi ritorni, sogni di libertà
corri non aspettare è tardi
quello che adesso cerchi un giorno arriverà

tu vedrai cambierà la realtà
come vedi intorno sta cambiando già
perché sai che non può
continuare in questo modo ancora

ed ora che sta passando, ora
domani è qui tra un’ora segui i tuoi sogni e vai
che la vita ti sia semplice e lo spirito più giovane
vai dove il cuore ti porterà

nascerà una stella
noi seguiremo quella
verso una terra nuova

un grande impero sta crollando già
e dalle coste dell’America
ritorneremo tutti in Africa
pregherò canterò finché il mondo sappia
ora solo l’amore è ora, l’unica fede ancora, l’unica verità

la mia vita sarà semplice
il mio cuore sarà giovane
se quest’amore ci salverà

nascerà una stella
tra tutte la più bella
segui la strada ed ora

tutta la gente parla
ma io non ho parole
se non per questo amore
che ci salverà

Anni vanno via come sogni
felicità e tormenti della tua verde età
corri non aspettare è tardi
prendi ogni cosa e dimmi quello che poi vedrai

Tu farai cose che tu non sai
tu potrai cambiare questo mondo e poi
Io con te io con voi, non possiamo più restare soli

ed ora che sta passando, ora, non ti fermare ora
segui i tuoi sogni e vai
la tua strada sarà dura
ma tu vedrai che potrai farcela
se nell’amore crederai

sia con te l’umiltà la lealtà
il vero amore che dimentica
cuore leggero ed acqua limpida
e sempre giovane sarai

Lyrics

3. Ed ora
 

Le incertezze di marzo

(Musica: S. Cammariere – Parole: G. Casale)

A cosa serve la vita non so
Ma non credo serva a vincere
Anna sente un aereo passare
Ed è lì che ha questo brivido
Poi s’infila tacchi e gonna in similpelle
di quand’era un po’ più giovane e romantica
quasi che ci fosse vita di ritorno
e davanti a sé, avanti il prossimo …

E così veramente va fuori
Come se domani è subito
Ma è già tardi per mondanità
Non è neanche sera di weekend
Non è facile trovarsi in strada sola
Dopo un’altra solitudine con lui
Ma stanotte torna pure la ragione
Che dimentica, mentre dubita

E guardala che va lungo tutta la notte in bilico, certo
Lei attraverserà le incertezze di marzo che sembra dicembre
E per un attimo la strada che adesso fa si apre a spirale a ogni passo
e solo per lei

A cosa serve l’amore non so
Ma ha a che fare con le nuvole
Anna guarda il suo fiume passare
E si arrende all’indicibile
Poi si mette a roteare su se stessa
E i capelli fanno a gara con le braccia
Non le esce manco un grido una parola
Ma s’inebria già e dimentica

E guardala che va contro tutta la notte in bilico certo
Lei oltrepasserà le incertezze di marzo che sembra dicembre
Ecco che piove / ma è pioggia ch’è neve già / nevica a un tratto d’incanto
E solo per lei

Lyrics

4. Le incertezze di marzo
 

Io senza te tu senza me

(Musica e Parole: Bruno Lauzi)

Io senza te e tu senza me
Brasile senza caffè

Due inglesi che non bevono mai the
E due italiani che non parlan con le mani
Io me ne sto per conto mio
Mentre tu dal canto tuo
Non ti accorgi d’esser sempre troppo triste

Io senza te e tu senza me
Ma che pensata è

A volte tu mi sembri proprio masochista
Anche se voglia di soffrire non ne hai
D’accordo io non sono certo un altruista
Ma con il tuo sistema dimmi che otterrai

Otterrai che starò per conto mio
Mentre tu dal canto tuo
Con un altro ma comunque sempre insieme

Io senza te e tu senza me
Ma che pensata è

Lyrics

5. Io senza te tu senza me
 

La vita ci vuole

(Musica: S. Cammariere – Parole: G. Casale)

La vita è l’unica cosa
Che ti copre di sabbia e vento
che ti prende alle spalle, che ti fa tremare
Che ti toglie il fiato e poi ti fa gridare
La vita questo spavento eccezionale
Questo miracolo che è rialzarsi e inciampare
La vita racchiusa in un dettaglio ancora da capire
E allora allora quanto ti manca da sognare
Cosa ti manca per sognare
Illudersi ancora, restare

E ritrovarti in questo bar
Dopo le fughe e i pentimenti, la tua idea di libertà
Restare calmi dire niente qualche sorriso basterà
Mentre di dentro c’è tumulto “Ti trovo bene”
Sentirsi nudi in questo bar
Io che mi perdo nuovamente nel tuo sguardo e nel tuo corpo
Tu andavi a destra e io a sinistra e adesso guarda siamo qua
Intrappolati
La vita ci chiama, la vita ci vuole

Restare a pensarci per ore
Guardare incresparsi anche il mare
Ché se la vita viene ad onde ci sarà da ballare
Ma la vita è anche un’ombra che ti viene a scovare
La vita questo racconto surreale
Questo rombo di tuono, questa furia per niente
Chè ciò che conta sfugge e tutto va a sfumare
E allora allora quanto ti manca da sognare
Cosa ti manca per sognare
Illudersi ancora, restare

E noi sospesi in questo bar
Come se avessimo di nuovo da giocarci qualche chance
Con tanta vita che ritorna a farci bene e a farci male
Ricominciare
E non sbagliare più
Tu che mi chiedi novità
Io che ci provo e non resisto a quei tuoi occhi
Con dentro sempre un orizzonte un infinito che è più in là
Ora mi vedi
La vita ci chiama, la vita ci vuole

Lyrics

6. La vita ci vuole
 

Ancora non mi stanco

(Musica: S. Cammariere – Parole: R. Kunstler)

Vado avanti e non mi stanco non ci penso più
Fino a qui sono arrivato ora ci sei tu
Tu che vivi nei miei giorni e non lo sai
Che farò per te ogni cosa che vorrai

Prendo un foglio da un diario, vorrei scrivere
A un amico immaginario, questo sei per me
Dimmi pure tutto quello che vorrai
però io da qui lo sento che arriverai

Mai avrei pensato che in questa libertà
Qualcosa che non c’è qualcosa che nemmeno so
Distinguere perché ormai da troppo tempo
Sto aspettando e ancora non mi stanco e guardo

L’acqua pura mi disseterà
Come dentro a un sogno sarò libero
Tutte le paure mie svaniscono con te

E se un giorno o l’altro ti innamorerai
Fa’ che sia di me, che aspetto da molti mesi ormai

Mai avrei pensato che in questa libertà
Ci fosse anche per me qualcosa che nemmeno so
Più dirti che cos’è ma sento dentro me
Qualcosa che potrei chiamare amore

Vado avanti ancora e non mi stanco mai
Di cercare il mondo nei suoi vicoli
Verso un orizzonte senza limiti con te

Lyrics

7. Ancora non mi stanco
 

Siedimi accanto

(Musica: S. Cammariere – Parole R. Kunstler)

Quanti giorni ad aspettare qui
Notti che non saprò dirti mai
Quanti sogni andranno via così
Se tu adesso te ne vai

Non lasciarmi, non andare via
Questa sera fammi compagnia
Resta ancora qui
E domani si vedrà

Siedimi accanto, parliamo un po’
Nessun rimpianto, no
Solo che ancora non si può

Ma un’opportunità
Per tornare a vivere con te
Farò tutto quello che vorrai
Se tu te ne vai che sarà di me

Pensa a tutto quello che ci unì
Quante cose dette e fatte mai
Non lasciamo andare via così
Quello che rimpiangerai

Quante volte io ci proverò
Quante volte ancora non lo so
Però, vedi, adesso importa solo che

Siedimi accanto, parliamo un po’
Nessun’ rimpianto, no, e prima o poi ci arriverò
Io sono qui per te mi devi credere
Farò tutto quello che vorrai per averti al mio fianco

Siedimi accanto, parliamo un po’
Nessun’ rimpianto, no, solo che ancora non si può
Nell’abitudine di non scordarti mai
Per la voglia di vivere ancora d’amore con te

E’ l’amore di cui c’è bisogno
E‘ la rosa che mi ispira il canto
Ed io canterò per averti al mio fianco

Lyrics

8. Siedimi accanto
 

Così solare

(Musica: S. Cammariere / M. Bottini – Parole: S. Grandi)

Cosa fa, a cosa pensa
Come sta la mia centralinista
Che abbassa gli occhi e si vergogna un po’
Come mai, dice buongiorno anziché ciao

Lei non è come le altre
Chi lo sa, sarà la timidezza
O forse la naturalezza
Io credo che si tratti solo di semplicità

Dimmi cos’hai, dimmi chi sei
E come mai tu sei diversa
Dimmi cos’hai e come mai
Capita che ti senti persa oppure no
Devo conoscerti

Io vorrei portarti al mare
Stare là insieme un po’ a parlare
Vorrei sapere se sei vera o no e se lo sai
Che sei più sexy così semplice

So che cos’hai, so tu chi sei
E come mai tu sei diversa
So che cos’hai e come fai
Dimmi che non ti senti persa quasi mai
Voglio conoscerti

Perché sei come un fiore
Che non rischia di appassire
Resta uguale, non cambiare
Così solare come sei

Resta uguale, non cambiare
Così solare come sei

Lyrics

9. Così solare
 

Quel tipo strano

(Musica: S. Cammariere – Parole: R. Kunstler)

Quel tipo strano era uno come me
Amava donne e mare con la stessa lontananza
Non ne voleva sapere, però sapeva già abbastanza
Di come va la vita

Così si ribellò e decise di scappare
Ed un mattino si mise a camminare
E nella testa aveva solo qualche idea,
E non sapeva da dove cominciare

Poi capì perché lungo le strade d’Europa
Gente che piangeva per la fame
E chi rideva per il vino
Ma ovunque lui passò strano caso del destino
Nessuno seppe mai quello che vide sul fondo del cielo
Nessuno seppe mai perché da qui se ne andò

Quel tipo strano era uno come me
Che non sapeva mai capire la distanza
Tra il cuore e l’anima, tra il cielo e quella stanza
Dove viveva lui

Quello che da solo riusciva a immaginare
Cosa pensava ma chi lo saprà mai
Quando una sera decise di volare
Insieme agli angeli

E noi restiamo qui anime nude nel vento
Ma se poi mi volto e guardo indietro ora mi accorgo
Che sembrava che quel tempo non dovesse mai finire
Nessuno seppe mai, nessuno seppe spiegare perché
Un angelo passò e lo portò via con se
Però quel tipo strano vive dentro di me

Lyrics

10. Quel tipo strano
 

Pangea

(Musica: S. Cammariere)

PIANOFORTE: Sergio Cammariere
FISARMONICA: Antonello Salis

Lyrics

11. Pangea
 

© Grandeangelo
 

 
 
previous next
X